Fluido termovettore e antigelo

La soluzione antigelo concentrata FWF-K e pronta all'uso FWF-F sono sostanze antigelo a lunga durata ed ecologiche, a base di glicole monopropilenico; queste sostanze ostacolano le gelate all'interno degli impianti solari termici e vengono impiegate come liquidi termovettori. Gli speciali inibitori della corrosione proteggono i metalli e i materiali sintetici comunemente usati nella costruzione degli impianti (compresi il rame e l'alluminio) da corrosione, stratificazioni e depositi. In questo modo il livello di efficacia degli impianti rimane invariato nel tempo. Il liquido non presenta pericoli a livello alimentare e non intacca le comuni sostanze impermeabilizzanti utilizzate nei sistemi di riscaldamento.

Informazioni importanti

  • Occorre accertarsi che la pompa di circolazione sia idonea al funzionamento con soluzioni antigelo.
  • Prima del riempimento occorre sciacquare l'impianto con acqua e quindi metterlo in pressione per verificare la tenuta di tutti i collegamenti.
  • Dopo la messa in pressione, l'impianto deve essere immediatamente riempito con la soluzione antigelo. Non immettere aria!
  • Non usare elementi zincati nell'impianto, perché lo zinco non è resistente ai glicoli.
  • I valori empirici indicano che la soluzione antigelo può essere conservata e utilizzata per svariati anni. Occorre comunque, per la sicurezza dell'antigelo, controllare annualmente la concentrazione.
  • In caso di perdite di liquido non rabboccare con acqua. Per rabboccare utilizzare esclusivamente soluzione antigelo e acqua nella giusta concentrazione
  • Tramite il valore pH è possibile controllare le caratteristiche di corrosione dei nostri fluidi solari. Il valore pH-Wert dovrebbe essere >7,5. La misurazione avviene tramite apposite cartine per il rilevamento del pH. Se il valore fosse inferiore a quello indicato, occorre sostituire il liquido solare.
  • La temperatura di impiego ottimale è compresa tra i -30 °C e i 170 °C. Qualora la temperatura restasse a lungo al di sopra dei 170 °C consigliamo di installare dei contenitori di compensazione sufficientemente grandi, in modo che il liquido termovettore possa defluire dai collettori.
  • In caso di temperature superiori ai 200 °C ha inizio una lenta modifica chimica del liquido termovettore, che potrebbe inficiare il funzionamento sicuro dell'impianto
  • Ai sensi del decreto sulle sostanze pericolose, la soluzione antigelo non è soggetta all'obbligo di marcatura (vedere scheda dati di sicurezza).
  • Le indicazioni tecnico-applicative riportate nelle informazioni sul prodotto e nella scheda dati di sicurezza si basano su valori tecnici empirici. Tali indicazioni non sono quindi da intendersi come asserzioni vincolanti relative a determinate caratteristiche. Per stabilire se il prodotto sia idoneo a un dato utilizzo concreto occorre effettuare una verifica preventiva.
  • Le informazioni sul prodotto non dispensano il cliente dall'obbligo di effettuare il controllo sulla merce in entrata secondo il codice commerciale HGB 377/378.